Trattamenti Galvanici
PDFStampaE-mail

 

  • Ramatura
  • Il trattamento di ramatura viene normalmente utilizzato come substrato su supporti di ferro, piombo, zama, alluminio prima del deposito di nichel, per conferire una maggior resistenza contro l'ossidazione. Può essere utilizzato come trattamento finale per applicazioni particolari, ma per preservarne le caratteristiche deve essere protetto con vernice trasparente.

    Materiali lavorati.: ferro, piombo, zama, alluminio, ottone, bronzo, acciaio inox

  • Nichelatura

Il trattamento di nichelatura viene normalmente utilizzato per migliorare le caratteristiche superficiali dei manufatti. L'incremento di durezza superficiale migliora le caratteristiche meccaniche, mentre il trattamento lucido oppure opaco esalta le caratteristiche estetiche del manufatto, con un colore simile all'acciaio inox.

Si utilizza anche come strato base o intermedio nei riporti nichel-cromo o rame-nichel-cromo, assicurando durezza, lucentezza e resistenza contro l'ossidazione.

Materiali lavorati.: ferro, acciaio inox, tungsteno, rame, alluminio e previa ramatura piombo, zama, leghe del rame.

  • Zincatura elettrolitica
  • Il trattamento di zincatura elettrolitica viene normalmente utilizzato quando si ricerchi una buona resistenza contro l'ossidazione anche con spessori minimi.

    Il trattamento si presenta brillante. Il ciclo di lavorazione, in linea con la direttiva “Rohs”, si completa con le tradizionali passivazioni bianche, azzurre, tropicali, nere ed una eventuale sigillatura, come da richiesta del cliente o da norme Uni/Iso.

    Materiali lavorati.: ferro, acciaio inox, rame e sue leghe, alluminio

  • Stagnatura
  • Il trattamento di stagnatura elettrolitica si presenta con un aspetto brillante di colore argenteo. Viene utilizzato per le sue ottime caratteristiche di saldabilità e resistenza alla corrosione. L'essere un metallo atossico ne permette l'utilizzo nei macchinari del settore alimentare. Un substrato di nichel previene il normale inscurimento del deposito.

    Materiali lavorati.: ferro, rame e sue leghe, piombo.

  • Cromatura decorativa
  • Il trattamento di cromatura decorativa, lucida oppure opaca, eseguita su substrato di nichel, migliora ulteriormente le caratteristiche meccaniche (durezza, resistenza contro lo sfregamento) e di resistenza contro l'ossidazione. Impedisce anche il naturale opacizzarsi del nichel, mantenendo inalterata nel tempo la brillantezza delle superfici.

    Materiali lavorati.: ferro, acciaio inox, tungsteno, rame, alluminio e previa ramatura piombo, zama, leghe del rame.

  • Cromatura nera
  • Stesse caratteristiche della decorativa, ma di colore nero.

    Materiali lavorati.: ferro, acciaio inox, tungsteno, rame, alluminio e previa ramatura piombo, zama, leghe del rame.

  • Cromatura dura a spessore
  • Il trattamento di cromatura dura a spessore, consiste in un riporto di solo Cromo. Permette di ottenere un rivestimento funzionale di notevole durezza (tra gli 800 e i 1000 HV), resistente all'usura e alla corrosione, con spessore compreso da qualche micron e 0,5mm. La proprietà di resistenza alla corrosione è incrementata dalla formazione sulla superficie del rivestimento di una pellicola di ossido passivante che protegge il metallo e di conseguenza diminuisce la corrosione elettrochimica. Il riporto, in virtù' dell'ottima adesione risulta anche rettificabile.

    Materiali lavorati.: ferro, acciaio, acciaio inox, ghisa, rame e ottone.